1972 Ferrari Dino 246 GT

Marca
Ferrari
Modello
Dino 246 GT
Cilindrata
2400
Cilindri
6
Anno
1972
Km Percorsi
750
Carrozzeria
Coupé
Colore Esterno
Giallo Fly
Colore Interni
Vinile Nero
Cambio
Manuale 5 Rapporti
Iscrizione
FERRARI CLASSICHE
Codice
RDS00038
Prezzo
Su richiesta
Descrizione

*Colore esterno: Giallo Fly 20-Y-490
*Colore interno: Vinile Nero 161
*Motore: n. 135CS - Matching number
*Telaio: n. 04194
*Scocca: n. 982
*Carrozzeria: Scaglietti
*Design: Pininfarina
*Anno di costruzione: 1972
*Data di prima consegna: giugno 1972
*Omologazione: n. EU553186UPMQ/72
*Prima immatricolazione: 12/06/1972
*Ultima immatricolazione: 27/11/2014
*Certificato Ferrari Classiche: FFG /2015 del 26/02/2014
*Revisione: regolare
*Verbale d’ispezione Torkar Srl del 23/10/2017

La Storia della Ferrari Dino
La Dino 206 GT fu per presentata per la prima volta al Salone di Torino del 1967, con motore in alluminio V6 da 2 litri, montato trasversalmente dietro l'abitacolo, cambio a 5 velocità e trazione sulle ruote posteriori.
L'elegante carrozzeria era stata disegnata dal talentuoso Leonardo Fioravanti di Pininfarina e la produzione della carrozzeria affidata alle sapienti mani degli artigiani della Scaglietti.
La 206 rimase in produzione fino al 1969, anno in cui fu sostituita dalla 246 GT.
Sebbene assai simile alla precedente vettura, la 246 GT includeva tuttavia una serie di importanti migliorie: la cilindrata fu aumentata a 2.419 cc, il motore V6 costruito in acciaio anziché in alluminio, il serbatoio del carburante più capiente ed il telaio allungato di 2,4 pollici.
Essendo la prima auto di serie della Ferrari a vantare un motore V-6 con un posizionamento posteriore centrale, si può affermare senza ombra di dubbio, che la Dino sia stata la Ferrari più importante mai prodotta, a non potersi fregiare del suo badge, eccezion fatta per il cavallino rampante sulla sua fiche.
Come ormai tutti gli appassionati sanno, il progetto prese il nome da Alfredo detto “Dino”, figlio prediletto del Drake, che morì nel 1956 per distrofia muscolare e che aveva preso parte come ingegnere, alla realizzazione del motore a 6 cilindri che fu montato, nel corso degli anni, su molte altre Ferrari da competizione.
La Dino ha rappresentato la prima espressione di un profondo cambiamento della Ferrari sia a livello estetico che meccanico, essendo a tutti gli effetti la prima Ferrari stradale a montare un sei cilindri posteriore trasversale.
Questa nuova impostazione meccanica portò come conseguenza una profonda rivoluzione anche nello stile, che Pininfarina delineò con grande abilità.
Le forme tonde e compatte di questo gioiello dello styling, sono rimaste un canone estetico indelebile nella storia delle auto sportive. La Dino ebbe anche un grandissimo successo commerciale, sia per i suoi canoni estetici che per le sue brillanti prestazioni così tanto amate dagli appassionati del Cavallino, che adoravano il carisma grintoso dell'auto.
Ancora oggi in molti, considerano la Dino una delle più belle auto fabbricate da Enzo Ferrari, non solo per il suo aspetto innovativo, ma anche per la meravigliosa esperienza di guida sportiva che offriva, al punto che nel 1971 ottenne anche l’omologazione per le gare internazionali.

La nostra Ferrari Dino 246 GT
Questa spettacolare Ferrari Dino 246 GT Coupè Fly Yellow, è stata completata nello stabilimento di Maranello nella primavera del 1972 e consegnata alla Nocentini Automobili Spa di Firenze nel giugno dello stesso anno.
Da allora l’auto ha avuto otto proprietari tutti italiani ed è stata sempre mantenuta con cura e sottoposta a numerosi tagliandi manutenzione ordinaria e straordinaria oltre a revisioni periodiche da specialisti del marchio.
La carrozzeria dell'auto è stata completamente restaurata nel 2018 dalla Carrozzeria Efferreci S.r.l. di Formigine, specialista Ferrari, con sede pochi chilometri da Maranello e si presenta nel suggestivo ed originario colore esterno Fly Yellow, con interni neri restaurati recentemente nel rispetto della loro originalità.
Anche la prova su strada ha regalato suggestioni indimenticabili. Provoca sempre un brivido di piacere guidare un'auto come la Dino, che travalica sempre le sue non indifferenti performances.
Questa Dino 246 GT del 1972, rappresenta oggi una meravigliosa opportunità per qualsiasi collezionista Ferrari, di possedere un modello iconico della Casa di Maranello, che ancor oggi non manca di raccogliere entusiastici applausi nei Concours d’Elegance di tutto il mondo.
In pura ottica speculativa, la Dino 246 GT del 1972 rappresenta oggi un asset d’investimento di tutto rispetto, sicuramente molto più al riparo dalle turbolenze altalenanti delle quotazioni di altri modelli di auto. Un auto da “passion”investment”, un investimento da guidare!
Oggi è possibile visionare l’auto on line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.

Si accettano permute auto/moto
Possibilità di spedizione in Italia ed all'estero
La seguente vettura è visibile nel nostro showroom, a Reggio Emilia.

Salva questa app sul tuo smartphone per accedere comodamente al sito.

Installa la web App: premi e poi