1968 Lancia Fulvia HF 1300 Rally

Marca
Lancia
Modello
Fulvia HF 1300 Rally
Cilindrata
1290
Cilindri
4
Anno
1968
Contachilometri
56281
Carrozzeria
Coupé
Colore Esterno
Rosso
Colore Interni
Sky Nero
Cambio
Manuale 4 rapporti
Iscrizione
ASI
Codice
LAN00049

€ 54.000

Telaio nr 818.34*001352*
Motore nr 7669
Potenza 101 CV
Velocità max 174 km/h
Trazione Anteriore (FWD)
Freni a disco sulle 4 ruote
Cambio Manuale 4 Rapporti
Iscrizione ASI

Nel 1965 debutta nel listino della Lancia la Fulvia Coupé, disegnata da Piero Castagnero.
Design elegante e sportivo, ispirato al famoso motoscafo Riva.
Questa coupé rappresenta l’evoluzione della versione berlina della Lancia Fulvia e, per quanto riguarda la meccanica, le deve molto. Anche il pianale è lo stesso anche se fu accorciato di 150mm.
Il motore della Lancia Fulvia Coupé, nella versione base, è un 4 cilindri in grado di sviluppare 80 CV ad un regime di 6.000 giri al minuto e di raggiungere una velocità di punta di 160 km/h.
Al Salone di Ginevra del 1967 viene presentata la nuova versione.
Il motore leggermente potenziato a 1.231cc era in grado di sviluppare 101 CV di potenza e, con alcune importanti migliorie tecniche come i nuovi carburatori i collettori di scarico ed il cambio ZF a cinque rapporti, la HF 1300 Rally poteva raggiungere 174 km/h.
Gli aggiornamenti si esaurirono alla fine degli anni Sessanta, ma la Fulvia Coupé continua a riscuotere sul mercato un ottimo successo e il modello resterà in listino fino al 1976, ovvero quattro anni dopo la presentazione della Lancia Beta, che di fatto prenderà il posto della Fulvia nel listino Lancia fino alla prima metà degli anni Ottanta.

- Uno degli unici 882 esemplari di 1.3 HF costruiti
- Auto italiana con documenti italiani
- Disponibile cronologia dei proprietari
- Disponibile Fiche di gara CSAI del 1998
- Testata non originale
- Auto in buone condizioni generali di carrozzeria, presenti alcune piccole imperfezioni in alcuni parti
- Piccole vaiolature presenti sulle cromature (specchietto e maniglie), ma buono stato generale
- Interni in buone condizioni, sedili in Sky nero
- Cruscotto in legno con piccole imperfezioni, strumentazione funzionante
- Volante racing Selm a tre razze
- Moquette sul pavimento rinnovata
- Cerchi originali da riverniciare, pneumatici al 80%.

Nei primi anni ’70 l’auto ha partecipato a numerose gare, su strada e in pista, condotta dal pilota aretino Giancarlo Chianucci. Alcune di queste sono:
- Il record sul giro dell’Autodromo di Misano nella finale del Challenge Fisa del 1972, dove ha vinto anche la sua classe
- Il primo posto del Trofeo Black & White a Vallelunga
- Il secondo posto nel Trofeo Borghetti di Vallelunga
- Vari altri piazzamenti da podio nelle gare di velocità in salita, molto diffuse negli anni ’70

Oggi è possibile visionare l’auto on line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.