1967 Lotus 47 GT

Marca
Lotus
Modello
47 GT
Cilindrata
1600
Cilindri
4
Anno
1967
Carrozzeria
Coupé
Colore Esterno
Verde
Colore Interni
Nero
Cambio
Manuale Hewland FT200
Codice
RDS00103
Prezzo
Su richiesta
Descrizione

*Modello: 47-GT-21
*Motore: TwinCam, Lotus
*Cilindrata: 1600
*Potenza: 165 CV
*Carrozzeria: Coupè monoposto
*Chassis: n. 21
*Colore Esterno: livrea verde e giallo Lotus. (Originariamente di colore bianco)
*Cambio: Hewland FT200 con differenziale autobloccante
*Una delle 55 Lotus 47GT costruite.

La storia della Lotus Type 47 GT
Nel 1966, mentre la Type 46 era ancora commercializzata, il Team Lotus iniziò ad utilizzare nelle competizioni la Type 47, una Lotus Europa modificata per la pista, dotata di un motore DOHC da 165 hp (123 kW) 1594 cm³, che utilizzava un blocco Cosworth e un cambio Hewland FT 200 a 5 rapporti.
La Type 47 viene ricordata orgogliosamente per aver conquistato il primo e secondo posto (guidate da John Miles e Jackie Oliver) nella loro prima gara a Brands Hatch il 26 dicembre del 1966. Si calcola che tra il 1966 ed il 1970 furono costruite 55 Type 47.

La nostra Lotus Type 47-GT-21
Questa auto faceva parte di un lotto di cinque Lotus 47GT di colore bianco, consegnate nel giugno 1967 al Concessionario Lotus portoghese.
La nostra Lotus fu verniciata di colore verde e con quella livrea partecipò in seguito a tutte e competizioni.
La vettura dimostrò subito il suo potenziale e la sua competitività già dalla sua prima gara a Vila Real (Portogallo), nella quale due Lotus finirono la gara al 2° e 3° posto.
L’auto nel 1967 era pilotata da Mané Nogueira Pinto e partecipò anche alla Mil Milhas in Brasile, senza però correre in pista, in quanto il team portoghese scelse poi di gareggiare con una Porsche 911 in quanto più adatta alla pista.
Al suo rientro in Europa, questa 47GT 21 fu acquistata dal pilota portoghese Jorge Fausto de Figueiredo, che la utilizzò per le gare automobilistiche che si svolgevano in Angola, allora colonia portoghese.
Nel 1970 l’auto passò nella proprietà di Waldemar Silva, altro pilota portoghese.
Nel 1975, a seguito della raggiunta Indipendenza, tutte le auto appartenenti a cittadini portoghesi in Angola furono rispedite in patria.
Anche la nostra Lotus 47 GT 21 prese la strada dell’Europa dove rimase nascosta fino ai primi anni ’80, quando Massimo Pedrazzi (padre dell’attuale proprietario) la scovò in un garage nei pressi dell’Autodromo di Monza, gelosamente custodita dal suo proprietario dell’epoca, un appassionato di motori di nome Alberto.
Il pilota italiano Massimo Pedrazzi aveva raggiunto negli anni ’70 una grande notorietà nel panorama motoristico brasiliano, in quanto era solito gareggiare contro piloti di grande spessore internazionale del calibro di Wilson ed Emerson Fittipaldi e Carlos Pace.
Come pilota, Pedrazzi, ebbe l'opportunità di partecipare, insieme al team portoghese, a tutte le gare automobilistiche internazionali di categoria che si svolgevano in Brasile e di pilotare, tra le altre, anche auto come la Lotus GT47.
Ai numerosi successi sulle piste di tutta Europa, Pedrazzi ne affiancò altri come costruttore, infatti proprio negli anni ’70, aveva avviato la produzione delle Formula 5, auto con le quali si cimentarono anche campioni leggendari come Nicky Lauda e Nelson Piquet, che sarebbero successivamente diventati Campioni del Mondo di Formula 1.
Nel 2010 la Lotus 47 GT, ancora di proprietà della famiglia Pedrazzi, fu ripristinata a nuovo grazie ad un approfondito restauro della carrozzeria, del motore e delle parti meccaniche per ritornare alle corse nel 2019.
Questa rarissima Lotus 47GT fa parte oggi di una collezione privata ed è in vendita nel nostro showroom.
E’ possibile visionare l’auto on-line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, WhatsApp e Google Meet.

Salva questa app sul tuo smartphone per accedere comodamente al sito.

Installa la web App: premi e poi