1956 Lancia Aurelia B12

Marca
Lancia
Modello
Aurelia B12
Cilindrata
2266
Cilindri
6
Anno
1956
Contachilometri
93768
Carrozzeria
Berlina
Colore Esterno
Blu
Colore Interni
Tessuto Grigio
Cambio
Manuale 4 Marce
Targa
Nera, Como
Codice
LAN00066

€ 44.000

Il Salone di Torino del 1954 fu l'occasione per presentare la nuova Lancia Aurelia B12, una vera ammiraglia con un abitacolo curato nei minimi particolare che compendiava il meglio delle esperienze fino a quel punto maturate sulla berlina medio-superiore della Casa torinese.
La B12 nacque proprio dalle lamentele dei Lancisti che ritenevano le precedenti Aurelia berline troppo spartane e non all’altezza del marchio. Proprio per questo la casa Torinese decise di realizzare una nuova serie più incentrata sul comfort, piuttosto che alle prestazioni.
La carrozzeria della B12 fu oggetto di una serie di ritocchi che ne modificarono l’aspetto.
La linea pur conservando l'armoniosità e la pulizia della precedente, è volutamente più imponente e ravvivata da un frontale con una nuova fanaleria, che comprende gli antinebbia. Al posteriore la coda del bagagliaio è più pronunciata in favore di maggior spazio nel vano bagagli.
Ma i particolari che rendono questa vettura una vera ammiraglia, sono i piccoli dettagli, come: i vetri azzurrati, fanalino per la retromarcia, lunotto ampliato, nuovo elegante volante nero, ecc..
Di grande impatto soprattutto il nuovo cruscotto verniciato in nero e ridisegnato, con il solo tachimetro davanti al guidatore e l’orologio dallo stile estremamente elegante
Le modifiche sostanziali di questo modello riguardavano anche la meccanica, con l’arrivo di un nuovo propulsore con un aumento di cilindrata a 2266 cc. L’aumento di cilindrata non andò ad aumentare le prestazioni, ma rese il motore più docile e fruibile a discapito delle prestazioni, leggermente inferiori, ma non per questo deludenti grazie ai suoi 87cv.
il gruppo sospensioni posteriore venne rivisto rispetto al precedente con ruote indipendenti, la B12 vide infatti l’adozione del “De-Dion” rendendo l’auto più confortevole e meno nervosa.
Questa splendida ammiraglia venne costruita in appena 2.400 unità tra il 54’ e il ’56 di cui il 20% all’estero. Da segnalare il fatto che le richieste per la “guida a sinistra” cominciano a farsi sentire, tanto che delle 2.400 unità costruite, circa il 40% vennero ordinate col volante a sinistra. Un segno che i tempi stavano cambiando anche in casa Lancia.


La nostra Aurelia B12:
- Auto con documenti regolari e targhe nere Como
- Telaio n. 1929
- Guida a destra
- Carrozzeria in discrete condizioni
- Meccanica mantenuta efficiente
- Sedili e cielo dell’abitacolo restaurati in panno grigio.
- Strumentazione interna originale
- Cerchi in buone condizioni

È possibile visionare l’auto, prenotando una chiamata on line con nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.