1962 Alfa Romeo 2000 Spider Touring

Marca
Alfa Romeo
Modello
2000 Spider Touring
Cilindrata
1975
Cilindri
4
Anno
1962
Contachilometri
72190
Carrozzeria
Cabriolet
Colore Esterno
Bordeaux
Colore Interni
Light Brown Leather
Cambio
Manual 5 Speed
Codice
RDS00277

€ 108.000

Telaio nr. AR10204*02618*
Potenza max. 86 kW (115CV) a 5700 giri/min
Velocità max. 171 km/h
Trazione Posteriore (RWD)
Cambio Manuale 5 Rapporti

Al Salone di Torino del 1957 viene presentata la sostituta dell’Alfa Romeo 1900 berlina e, accanto a lei, uno dei prototipi della Spider: una novità assoluta in quanto non vi era precedentemente nel listino Alfa Romeo qualcosa di analogo, infatti, il ruolo di decapottabile di Casa era rappresentato esclusivamente dalla molto più piccola Giulietta Spider.
Nell’intento di offrire qualcosa di ancora più esclusivo, l’Alfa Romeo si era rivolta quindi alla Carrozzeria Touring, allora ancora negli stabilimenti prossimi al Portello.
Nel periodo tra la presentazione e l’inizio della produzione nell’estate del 1958, la Direzione Commerciale dell’Alfa Romeo decide che tale sistema costruttivo sarebbe stato troppo costoso e impone alla Touring, dopo venticinque anni ininterrotti di Superleggera, una costruzione più tradizionale a scocca portante in acciaio.
Il prodotto finito è bellissimo e l’auto indossa molto bene, cosa rara per una italiana, le ruote a raggi. L’abitacolo è molto spazioso e rifinito con materiali di qualità mentre sotto sotto si trova la meccanica della Alfa Romeo 1900 Super Sprint: motore a quattro cilindri con doppio albero a camme in testa, due carburatori, sospensioni posteriori a ponte rigido, freni a tamburo e sterzo a vite e rullo. Gradita novità il cambio con leva centrale.
La tradizionale, ma performante meccanica sviluppa 115 CV, un po’ penalizzata dal peso eccessivo della scocca in acciaio (circa dodici quintali).
Le prestazioni permangono buone per l’epoca, oltre 175 km/h, ma non si discostano poi tanto da quelle della Giulietta Spider e sono inferiori a quelle della Spider Veloce.
Oggi è giunto il momento di rivalutare collezionisticamente questa erede della “Alfona” 1900 dalla linea così americaneggiante, snobbata da quasi tutti e venduta in solo 2.893 esemplari (molti meno della corrispondente Spider: un caso forse unico nella storia).
Resta tuttavia un’automobile eccellente, che ha avuto il solo torto di doversi confrontare con la Lancia Flaminia in un segmento di mercato dove i sei cilindri hanno sempre avuto ragione sui quattro, anche quando sviluppano cinque cavalli in meno con mezzo litro di cilindrata in più. Oggi è un pezzo quasi introvabile.

- Motore originale e mantenuto in perfetta efficienza grazie a revisioni presso officine specializzate.
- Cambio a cinque marce con leva a pavimento.
- Cruscotto è perfettamente conservato e tutta la strumentazione è funzionante.
- Sedili estremamente eleganti in pelle color crema.

Oggi è possibile visionare l’auto on line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.