Venduto

1958 Porsche 356 1600 AT 2

Marca
Porsche
Modello
356 1600 AT 2
Cilindrata
1600
Cilindri
4
Anno
1958
Contachilometri
9198
Carrozzeria
Coupé
Colore Esterno
Light blue
Colore Interni
Beige leather
Cambio
Manual 4 Speed
Codice
POR00088

Venduto il 27/04/2022

Nel 1956 la 356 fu sostituita dalla 356 A completamente perfezionata e lanciata sul mercato in cinque motorizzazioni a quattro cilindri.
Esteticamente la serie A si differenziava dalla prima 356 anche per un parabrezza panoramico curvato, in un unico pezzo.
Il risultato del programma T2, la 356 A-T2, arrivò nel 1957 con interni migliorati, leva del cambio arretrata, frizione con molla a diaframma, scatola sello sterzo ZF, carburatori Solex 32ND1X, nuovo scarico inglobato nei rostri dei paraurti e i fanalini posteriori “a goccia”.
Altre migliorie apportate: la luce della targa salì da sotto a sopra, la luce di cortesia dal cruscotto al soffitto, il posacenere dalla plancia a sotto la plancia, mentre il tachimetro e lo strumento della temperatura olio/livello carburante si scambiarono.
A settembre del 1958 uscì la versione scoperta Convertible D; la D identifica la carrozziera Drautz che la produceva.
I terminali di scarico dei modelli 1600 terminavano tra i rostri del paraurti per una maggiore altezza libera dal suolo. L'alloggiamento cromato con illuminazione della targa e luce retromarcia veniva montato sotto la targa stessa.
Tutte le vetture della generazione 356 erano disponibili anche in una versione decappottabile (Cabriolet, Speedster oppure Convertible D).
In particolare, le versioni sportive, a partire dal modello 356 A, ottennero la denominazione aggiuntiva "Carrera" e furono azionate dal cosiddetto "motore Fuhrmann", con quattro alberi a camme sovrastanti, azionati dall'albero verticale di rinvio e un'accensione doppia mediante due distributori di accensione separati.

La nostra Porsche 356 1600 A T2
- Auto con documenti regolari
- Telaio n. 107164
- Motore n. 73667
- L’auto si presenta in condizioni eccellenti, grazie ad un restauro totale che ha interessato la maggior parte degli organi meccanici e la carrozzeria
- Nelle intenzioni del proprietario il restauro ha raggiunto l’obiettivo di ripristinare l’auto alle migliori condizioni, nel rispetto dell’originalità delle sue parti.
- Strumentazione interna revisionata
- Sedili in pelle beige restaurati, così come i pannelli interni degli sportelli.
- Strumentazione, pomelli, leve e tappezzeria nuovi.
- Il motore anch’esso correttamente restaurato, si presenta efficiente ed in grado di erogare tutta la potenza di origine.
- Cerchi come nuovi.
- Paraurti, griglie, modanature, scritte e stemmi nuovi, così come i fanali, i fanalini e lo specchietto retrovisore esterno

Questa classica Porsche 911 1600 AT2, rappresenta oggi un investimento sicuramente destinato ad incrementare il suo valore nel tempo.

Oggi è possibile visionare l’auto on line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.