1954 Porsche 356 Pre-A 1500 Speedster

Maker
Porsche
Model
356 Pre-A 1500 Speedster
Engine Size
1500
Cylinders
4
Year
1954
Odometer (Mi)
2426
Body Style
Convertible
Authenticity
Matching Colors & Numbers
Body colour
Signal Red
Interior colour
Acella Blast - Cream
Gearbox
Manual 4 Speed
Eligibility
1000 Miglia
Code
RDS00435

Price upon application

La 356 Speedster è considerata come una delle vetture più affascinanti della storia.
Nata da un’idea del geniale importatore Americano Max Hoffman, che Nel 1950 suggerì alla Porsche la creazione di una vettura: spider, spartana, leggera e veloce.
L'anno dopo nacque la “America Roadster”, progenitrice della 356 Speedster. Quest’auto rappresentò un successo da parte del pubblico, ma un fallimento dal punto di vista economico, dato che i costi di produzione e di conseguenza quelli di vendita erano elevatissimi.
Si decise quindi per una versione più economica, ma coi medesimi concetti. Per abbassare i costi si optò per carrozzeria in acciaio, finestrini amovibili con cornici in tessuto, capote in tela senza rivestimento, parabrezza più piccolo, interno ridotto al minimo indispensabile e due semplici sedili alleggeriti.
Nacque così la 356 Speedster 1.500, che vide il suo debutto in America nel settembre 1954, mentre in Europa si dovette aspettare l’estate del 1955
Così alleggerita e con un brillante motore 1.500 cc, la Speedster sfoderava un comportamento dinamico molto reattivo e un’accelerazione sorprendete, il ché piacque da subito agli amanti della guida sportiva. L’auto, infatti, prese ben presto parte a gare, dove ottenne anche alcune vittorie. come ad esempio il celebre attore James Dean, che si dilettava frequentemente a gareggiare con la sua amata Speedster
Tra le varie competizioni, la Speedster 1500 prese anche parte alla Mille Miglia nel 1954; il ché la rende di diritto eleggibile alla competizione di auto storiche più famosa al mondo.
La 356 Speedster 1500 “Pre-A”, è infatti particolarmente ricercata dagli appassionati, non solo perché prodotta in pochi esemplari (soprattutto quelle costruite nel ’54), ma anche perché l’unica ad aver il privilegio di partecipare alla 1000 Miglia.
Negli anni la 356 Speedster vide alcune evoluzioni fino al 1958, quando venne rimpiazzata dalla 356 convertible D.

Porsche 356 Pre-A Speedster 1500, 1954.

- Telaio 80050, il 50esimo esemplare prodotto.
- Matching Numbers & Colors
- Facente parte dei primi 200 Speedster pre-serie derivati dal modello 356 Cabriolet fatti nel 1954. Si nota infatti all’interno dietro al sedile la sezione tagliata dove c’era l’appoggio per la capote nella versione cabriolet.
- La vettura è stata venduta dall’importatore americano Hoffman
- Facente parte del lotto delle prime 60 vetture con caratteristiche ancora da prototipo, come la chiusura della capote che non è a gancio, bensì con le cinghie in cuoio e le slitte dei sedili (fissi e non reclinabili) in legno che regolano sia l’altezza che la profondità della seduta.
- Tutti gli optional sono corretti come d’origine; come l’indicatore della benzina originale sul cruscotto che funziona a depressione tramite un tasto.
- Il fregio Porsche sul cofano anteriore è arrotondato e non a punta come sulle altre vetture
- I fanali rossi sul posteriore sono conformi agli originali
- Tutte le cornici cromate dei fanali, degli indicatori e la luce targa sono marcate col numero corretto.
- La struttura e meccanismo della capote ha stampato il numero 50, corrispondente al telaio della vettura.
- Gli interni sono stati restaurati nel materiale originale “Acella Blast”, come d’origine.
- La parte superiore del cruscotto è stata riverniciata nel colore “Signal red ” antiriflesso in conformità alla vettura originale
- Il crick all’interno è originale, la trousse attrezzi è una delle migliori repliche prodotte per i 356 Pre-A.
- Ruotino di scorta in tinta con la vettura e della misura corretta.

- L’auto con telaio 80050 compare nel 1972 in una inserzione di vendita su Panorama Magazine (Porsche Club of America)
- Nel 1988 la vettura viene importata in Italia e targata Padova nel 1989: in questo periodo si presenta di colore grigio con interni neri, ma si nota in molte parti il colore rosso originale e gli interni in Acella Blast sotto al vinile nero.
- L’automobile cambia 2 proprietari e partecipa a numerose gare di regolarità storica.
- Nel 2013 viene acquistata dal proprietario attuale e sottoposta ad un restauro integrale per riportarla alle condizioni originali.
- La verniciatura fu affidata alle sapienti mani della nota carrozzeria Cremonini Classic di Modena
- La meccanica, ciclistica ed il montaggio, è stato eseguito dalla Aircooled by Plank di Bressanone, massimi esperti di Pre-A in Europa
- Gli interni vennero affidati alla Cassina e Milesi di Pedrengo (BG)
- Inizio restauro 2013. Fine restauro 2015.
- Presenti foto delle condizioni pre-restauro e durante il restauro (Book con oltre 200 foto e doc.)
- Dopo il restauro la vettura ha percorso solo 3500km
- L’automobile ha partecipato e vinto il 1° Premio di categoria al concorso d’eleganza a Roma
- All’interno della vettura sono presenti anche le sue targhe bianche (Padova)