La Moto più Sexy del Mondo

11 dicembre 2019

Ducati Scrambler 350

Lo Scrambler è diventato un vero e proprio fenomeno di moda e di costume, sinonimo di vita libera e anticonformismo durante la fine degli anni ’70. Definita dalla critica internazionale come “la moto più sexy del mondo”, la prima serie venne prodotta a partire dal 1968, ma in realtà il progetto era già nato nel 1962, con la Ducati Diana 250: lo Scrambler ne è infatti la rivisitazione in chiave off-road, con la sostituzione di sella, serbatoio, parafanghi e manubrio.

Con queste modifiche la prima serie ebbe un enorme successo in America nel 1962, ma la seconda serie, prodotta dal 1968, spopolò in Italia imponendosi come lifestyle. Con un carattere attraente e anticonvenzionale, accentuato per altro dai colori vivaci e dalle cromature del serbatoio, lo Scrambler era la moto perfetta per percorsi sterrati non troppo impegnativi, per la città e per la montagna, con una notevole facilità di utilizzo.

Lo stile è ancora oggi inconfondibile, tanto da diventare un riferimento nella categoria scrambler odierna, e aver creato una nutrita cerchia di appassionati. La versione 250 è sicuramente quella più docile delle tre (venne prodotta anche la 350 e la 450), e se ne distingue dal numero di alette di raffreddamento presenti sul cilindro che soltanto in questa cilindrata sono 15, oltre che da altri particolari. Più docile nella cilindrata minore, gestibile nella media cilindrata, la sorella maggiore da 450 cc. è famosa per il caratterino tutto pepe: la messa in moto a pedale è sicuramente un doloroso ricordo per gli scrambleristi navigati, che hanno avuto la sfortuna di provare il tipico calcio del monocilindrico Ducati. Lo Scrambler è una motocicletta che non vi darà del “tu”: al contrario, cerca in tutti i modi di fare capire al motociclista chi dei due sia al comando, sempre in grado di regalare emozioni forti.

In sella alla moto, la sensazione di guida è piacevole, intuitiva e naturale, con una seduta abbastanza bassa. Il largo manubrio consente un maggiore controllo nei tratti di strada più sconnessi, e la coppia del motore Ducati è sempre generosa nell’erogazione. Oggi è un modo per rivivere i momenti di spensierata libertà della gioventù ormai passata, o un’occasione per assaporare il gusto di una guida sincera che sta scomparendo nel tempo.

L’esemplare presente nel nostro showroom è perfettamente conservato in ogni suo dettaglio.



Salva questa app sul tuo smartphone per accedere comodamente al sito.

Installa la web App: premi e poi