Senza filtri | Alfa Romeo SZ

10 gennaio 2020

Alfa Romeo SZ

A primo sguardo i più superficiali potrebbero criticarne le linee spigolose e le particolari proporzioni. Ma ciò che si cela dietro queste forme a “cuneo” non è affatto banale o strampalato, come potrebbe sembrare. La SZ infatti, si può definire la prima automobile progettata a CAD, una vera e propria rivoluzione nel settore automotive.

Lontana dalle linee classiche e morbide delle Alfa Romeo di un tempo, la SZ è riconoscibile dalla verticalità dell’anteriore e del posteriore: i tagli netti sulla linea della vettura voluti dal Centro Stile Alfa Romeo in collaborazione con Zagato, sono un omaggio alla “coda tronca” della Giulietta SZ disegnata negli anni ‘60 dalla Zagato, come anche la sigla che sta per Sprint Zagato.

La raffinatezza costruttiva della SZ la si nota in particolari come lo spoiler posteriore costruito in carbonio e soprattutto sotto la carrozzeria laddove gli occhi non vedono, infatti, il nobile pianale di questa vettura vanta un telaio formato da un sottoscocca in acciaio coperta da una moderna carrozzeria in fibre composite, inoltre moltissime soluzioni tecniche vennero “rubate” alla 75 Turbo Evoluzione da competizione, conferendo a quest’automobile un enorme valore sempre in linea col DNA del biscione.

 

Cattiva e aggressiva: il carattere di questa Alfa Romeo è di chiara intonazione sportiva. Negli anni in cui le auto iniziavano ad avere i primi controlli elettronici, la SZ si presenta senza filtri, ABS e controlli di trazione. Per questo motivo è proprio dentro all’abitacolo che avviene la magia: durante la guida l’attenzione è rivolta esclusivamente al guidatore e la macchina diventa in grado di regalare emozioni a coloro i quali ne stringono il volante, caratteristica propria di ogni Alfa Romeo che si rispetti. Questa intenzione la si evince anche dalla posizione del quadro strumenti, rivolto nella direzione del pilota che forniscono informazioni sullo stato della meccanica, e dalla seduta che è decisamente sportiva ma confortevole.

Il cuore che spinge questa Alfa Romeo è il leggendario V6 progettato dall’ingegnere Giuseppe Busso, noto agli appassionati per la fluidità di erogazione, l’affidabilità e la sonorità entusiasmante e indistinguibile.

Con 207 CV la Alfa Romeo SZ è in grado di fare divertire senza mai esagerare, grazie anche alla precisione di guida e alla tenuta di strada: adatta anche ad appassionati meno esperti che vogliono avvicinarsi al mondo delle automobili classiche.

 

Al suo lancio molte auto rimasero per lungo tempo nei magazzini polverosi, ma in poco tempo questa rara vettura è diventata senza dubbio un pezzo per collezionisti veri: prodotta in circa 1030 esemplari non è affatto semplice trovarne una, e il suo valore aumenta molto velocemente.

È l’auto giusta per non passare inosservati, un corretto investimento per il prezzo in crescita, coniugando affidabilità e divertimento perché una Alfa Romeo è soprattutto fatta di emozioni che emergono quando si gira la chiave di avviamento.

L’ esemplare che vi proponiamo è stato perfettamente conservato, avendo percorso solamente 19.000 KM ed ora è disponibile presso il nostro showroom di Reggio Emilia.

Photo: ©fastfabio 
Tutti i diritti riservati

Salva questa app sul tuo smartphone per accedere comodamente al sito.

Installa la web App: premi e poi