Venduto

1972 Kawasaki 500 Mach III H1B

Marca
Kawasaki
Modello
500 Mach III H1B
Cilindrata
500
Anno
1972
Condizione
Restaurata
Targa
Documenti
Regolari
Iscrizione
Nessuna
Codice
RDS00361

Venduto il 22/04/2022

Dopo l’uscita della 500 H1 Mach III, nel 1969, nulla, nel mondo delle due ruote, fu più uguale; ella segnò il primo capitolo di un’epopea che coinvolse schiere di giovani attratti dalla sua linea moderna, dalla grafica accattivante e da una pubblicità piuttosto efficace.
Questa 3 cilindri, 2 tempi, da 60 cavalli, raggiungeva velocità da urlo, aveva uno scatto bruciante, era nata per impennare e possedeva un rombo dall’inconfondibile timbrica tagliente. Tutto ciò, in un contesto dominato da moto inglesi, italiane e tedesche piuttosto noiose sotto ogni profilo, cui anche gli stessi giapponesi si erano assuefatti nei primi anni 60 seguendone il modello produttivo.
Il telaio si basava su una struttura a doppia culla chiusa su cui il tri cilindrico risaltava particolarmente. Era di concezione piuttosto semplice e robusta, dotato di un albero primario composito, ruotante su 6 cuscinetti di banco, e realizzato per sopportare la sovrabbondante coppia motrice.
La linea elegante, le finiture accurate, la buona maneggevolezza e il contenuto prezzo d’acquisto, contribuirono alla vasta diffusione della “H1”, ma più d’ogni altra caratteristica fece presa sul pubblico la difficoltà di mantenere la ruota anteriore aderente al terreno durante le accelerazioni, restituendo al pilota e agli eventuali spettatori una sensazione di incontenibile potenza.

Le evoluzioni
La seconda serie, la “H1A” del 1971, condensò tutta una sequela di piccole migliorie apportate al brevetto nel corso della produzione dei primi 20mila esemplari. Seguirono la “H1B” uscita nel 1972 (la prima venne dotata di un efficiente freno a disco anteriore), mentre la H1C non fu mai commercializzata in Europa. La “H1D” del 1973, dopo oltre 70mila unità, segnò una decisa svolta, con una riprogettazione della ciclistica che ne aumentò la sicurezza.
Le successive “H1E” e “H1F”, del 1974 e 1975, furono caratterizzate da piccoli aggiornamenti estetici e tecnici.
L’ottava e ultima della casata fu la “KH” del 1976, ormai però depotenziata e resa più mansueta.

La nostra KAWASAKI 500 MACH III H1B
- Moto immatricolata nel 1972 per la prima volta in Italia con documenti regolari
- Moto restaurata in condizioni eccellenti
- Telaio n. 56973
- Motore n. KAE 61237
- Motore restaurato da rodare.
- Carburatori originali Mikuni
- Vernice in condizioni perfette
- Strumentazione nuova
- Sella, scarichi e lampeggianti nuovi
- Cerchi in ottime condizioni.

Un bellissimo esemplare che conserva tutte le caratteristiche distintive del modello originale, sicuramente in grado di appagare anche per il più esigente dei fan della Casa giapponese.

Si accettano permute e scambi con auto e moto d'epoca.
Spedizioni in Italia e all'estero
Moto visionabile presso lo showroom di Reggio Emilia, Via Daniele da Torricella 29, oppure on line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.