1965 ASA 1000 GT

Marca
ASA
Modello
1000 GT
Cilindrata
1092
Cilindri
4
Anno
1965
Carrozzeria
Coupé
Autenticità
Matching Colors & Numbers
Colore Esterno
Verde
Colore Interni
Marrone Chiaro
Cambio
Manuale 4 Velocità con overdrive
Iscrizione
ASI Gold Plate
Codice
ASA00001
venduto il 23/11/2020
Descrizione

*Telaio n. 100*01180
*Carrozzeria: Bertone
*Design: Giorgetto Giugiaro
*Colore esterno: verde (Matching Color)
*Colore interno: pelle marrone
*Motore n. 173/115 Matching number
*Tipo Motore: 1092/01 – 1092 cc – 104 HP (ASA 411 versione corsa).
*Cilindrata: 1092.2 cc
*Cambio: manuale a 4 marce con overdrive
*Anno di costruzione: 1965
*Prima immatricolazione: Catania (IT)
*Certificato di Rilevanza Storica: Registro FIAT n. 77/20
*Certificato A.S.I. n.128/P del 1965 e n. 12262
*Chilometraggio sul tachimetro: 91.832
*Revisione: regolare

La Storia
E’noto come Enzo Ferrari insistesse sul fatto che tutte le auto che portavano il suo nome, dovessero avere 12 cilindri, ma l’importanza di aumentare il flusso delle entrate per sostenere il Reparto Corse, lo convinse nel 1959 a sviluppare anche un motore di piccola cilindrata.
Vede così la luce nel 1961 un prototipo soprannominato “Ferrarina” carrozzato Bertone, che fu presentato al Salone dell'Auto di Torino dello stesso anno, che suscitò subito molto interesse soprattutto da parte di un gruppo di piloti dell’epoca, come Gerino Gerini, Lorenzo Bandini e Giancarlo Baghetti, che crearono una società ad hoc chiamata Autocostruzioni Società per Azioni (ASA) per la produzione di questo modello.
A questo già prestigioso team, si unì ben presto anche l’ingegnere Giotto Bizzarrini, a quel tempo Responsabile sviluppo motori della Ferrari, che diede un contributo fondamentale allo sviluppo del prototipo.
Fu così che al Salone di Torino del 1962, venne presentata l'elegante ASA 1000 GT, la cui produzione iniziò solo nel 1964. Sebbene ben progettata e splendidamente disegnata da Giorgetto Giugiaro, l’auto si rivelò subito troppo costosa, al punto che nei tre anni successivi e prima della chiusura della fabbrica nel 1967, ne vennero costruite solo 96, a parte una ventina tra spider e versioni speciali.
La produzione della nuova coupé ebbe luogo negli stabilimenti della Bertone, mentre la distribuzione e la vendita era affidata alla rete commerciale della Ferrari.

La nostra ASA 1000 GT Coupè

Una delle 96 ASA 1000 GT costruite tra il 1964 ed il 1966.
L’auto fu consegnata nuova a Francesco Biondi di Catania (IT) il 15/11/1965, con targa CT 135600.
Nel 1979 fu venduta al Sig. Luciani, collezionista di Chieti che tenne l’auto nel cortile della sua abitazione per molti anni e ne cambiò il colore in rosso.
Nel 2000 l’auto fu parzialmente restaurata dell’Officina La Rosa di Milano, che successivamente fu posta in fallimento e l’auto venduta all’asta.
Nel 2004 fu acquistata da Aldo Cicognini di Milano, Presidente del Registro Internazionale ASI.
Nel 2005, dopo 10 mesi lavori, completato il restauro totale dell’auto dall’Officina Terzi di Treviglio e dall’Officina Girola di Saronno. Nello stesso anno l’auto consegue la Certificazione ASI.
Nel 2006 l’auto partecipa al Concorso di Eleganza di Villa d’Este.
Nel 2018 il motore è stato restaurato a nuovo per un importo di 32.000€
Oggi questa ASA 1000 GT Coupè si presenta in bellissime condizioni.
La vernice è lucente e compatta, mentre i sottili paraurti levigati e perfettamente cromati, sono privi di imperfezioni.
Gli interni della vettura appaiono luminosi e sofisticati. In posizione centrale, dal tunnel di trasmissione spicca la brevilinea leva del cambio affondata in un una cuffia di morbida pelle gialla.
Internamente l’abitacolo si presenta con due posti secchi, divisi dal tunnel della trasmissione, in puro stile italiano e con tratti da vera Granturismo, caratterizzati dalla strumentazione Jaeger, dalle cinghie in pelle per i bagagli ed in generale dall’accuratezza delle finiture.
I sedili, in morbida pelle gialla, contribuiscono non poco ad aumentare l’impatto cromatico con il verde profondo degli esterni, così come il cielo interno dell’abitacolo, dello stesso colore dei sedili, è arricchito da una sofisticata texture traforata.
Il portabagagli posteriore è decisamente capiente per una piccola coupé degli anni ’60.
Il motore è oggi in condizioni da concorso. Tutti i componenti si presentano puliti e perfettamente allocati come nella disposizione originaria della fabbrica.
Sebbene di piccolo cabotaggio, questo motore sviluppa ben 100 CV grazie ai due poderosi carburatori doppio corpo orizzontali Weber 40 DCOE e, complice il peso contenuto della vettura, spinge la Ferrarina ben oltre i 180 km/h, velocità di tutto rispetto per gli anni ’60.
Questa ASA 1000 GT è accompagnata da una nutrita documentazione a disposizione del suo prossimo acquirente:
- Libretto Uso e Manutenzione
- Copia del Libretto di Circolazione Italiano
- Targhe originali nere
- Copia dell’ultimo Libretto di Circolazione italiano del 2005
- Targa Oro ASI originale del 2006
- Copia del Certificato di Identità ASI
- Copia della Fiche di regolarità ACI-CSAI del 2006
- Articolo dell’Aprile 2008 di Automobilismo d’Epoca
- Storico delle fatture del service
- Foto dei restauri.
Oggi la ASA 1000 GT Coupé è una sportiva molto rara con quotazioni piuttosto stabili e, in considerazione dell’esiguo numero di esemplari prodotti, è fin dalla sua presentazione, oggetto del desiderio dei più raffinati collezionisti.
Oggi è possibile visionare l’auto on line, prenotando una chiamata con un nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.



Clicca qui per leggere l'articolo dedicato

Salva questa app sul tuo smartphone per accedere comodamente al sito.

Installa la web App: premi e poi