Venduto

1956 Alfa Romeo 1900 CSS

Marca
Alfa Romeo
Modello
1900 C Super Sprint
Cilindrata
1975
Cilindri
4
Anno
1956
Contachilometri
25249
Carrozzeria
Coupé
Autenticità
Matching Colors & Numbers
Cambio
Manuale
Codice
ALF00057

Venduto il 24/10/2020

*Telaio n. AR1900C 10144 con numeri corrispondenti al Registro Alfa Romeo.
*Motore n. AR 1303 10147 con numeri corrispondenti al Registro Alfa Romeo.
*Carrozzeria Touring Superleggera n.4693
*Colore originale: AR Beige chiaro
*Prima immatricolazione 1956 – Stati Uniti – Targa 311PAL
*Seconda immatricolazione: Italia 24/03/1999
*Una delle 1796 scocche di 1900 Coupè Super Sprint prodotte dall’Alfa Romeo.
*Certificazioni: ASI n. 11352 III Livello - FIVA

Nel 1954 l'Alfa Romeo decise di aggiornare la sua linea di modelli 1900 già di grande successo, con una versione più potente equipaggiata con motore a quattro cilindri in linea e doppia camma in testa.
Questo indovinata modifica della casa di Arese, portò prepotentemente alla ribalta il modello Super Sprint, divenuto poi col tempo la versione più ricercata dagli appassionati che adoravano la sua struttura leggera, le capacità prestazionali ed il classico design della Carrozzeria Touring, che ancora oggi non conosce il logorio del tempo.
La carrozzeria della 1900 CSS fu realizzata su una scocca con passo più corto di 12 cm rispetto alla Berlina e, oltre che dalla Touring, fu allestita dai più famosi carrozzieri dell’epoca: Pinin Farina, Ghia, Zagato, Bertone, Boano, Castagna e Vignale.

Quest’auto fu venduta nuova negli Stati Uniti nel 1956 dove vi rimase fino al 1999, quando fu immatricolata in Italia dal nuovo proprietario, residente nel Principato di Monaco.
L’auto ha partecipato a quattro edizioni della 1000 Miglia come attestato nel Registro Storico della gara, oltre che dai piombini della punzonatura presenti sul piantone dello sterzo e dagli adesivi originali di verifica sul parabrezza:
a) Nel 2008 (Equipaggio Barozzi-Zanni),
b) Nel 2013 col numero di gara 218 (Equipaggio Zanni Maurizio-Stefanini Luca), classificandosi al 48° posto assoluto.
c) Nel 2014, col numero di gara 214 (Equipaggio Zanni Maurizio-Stefanini Luca)
d) Nel 2017, col numero di gara 338 (Equipaggio Zanni Maurizio-Stefanini Luca)
In tutte le edizioni della 1000 Miglia a cui ha partecipato, l’auto ha sempre completato l’intero percorso di gara.
Subito dopo l’ultima edizione della 1000 Miglia del 2017, l’auto è stata restaurata superbamente e riportata allo splendore del “nuovo”.
Nulla è stato tralasciato per riportare l'auto alle condizioni ottimali, la stessa cura del dettaglio è stata applicata sia per i componenti meccanici che per la carrozzeria.
Del motore, ripristinato a nuovo da Colpani Motori di Brescia. colpisce la straordinaria pulizia e l’ordine delle parti che lo compongono, nel pieno rispetto degli alloggiamenti originali disegnati dalla Casa di Arese.
Alla scocca riportata al “vivo di fabbrica”, è stato applicato il suo colore originale Alfa Romeo Beige Chiaro, che conferisce all’auto un’aura sobria e di grande classe, mentre i quattro cerchi Borrani conferiscono all’insieme un ultimo tocco di eleganza e di grinta sportiva.
Gli interni della vettura appaiono luminosi e sofisticati.
La delicata texture bouclè color avorio dei pannelli delle portiere e dei sedili, si staglia perfettamente dalla pelle rosso Cartier dei rivestimenti e della moquette, esaltandone lo spettacolare contrasto cromatico.
Il quadro originale della strumentazione Veglia è intatto, perfettamente funzionante e rivestito in pelle nera con venature. La gialla patina del tempo che trasuda dagli strumenti e dai pomelli, contribuisce ad accrescere il fascino di quest’auto senza tempo. Il volante originale in legno a tre razze metalliche si inserisce armonicamente nel cruscotto di grande impatto, al centro del quale spicca il portacenere metallico in miniatura.
In posizione centrale, dal tunnel di trasmissione spicca la brevilinea leva del cambio Nardi, modifica assai apprezzata dai cultori di questa auto. Il cambio, con innesti ravvicinati, affonda nella morbida cuffia conica di pelle rossa, da cui emerge uno sferico pomello in metallo gradevole al tatto.
Dopo il completo restauro del 2017, la vettura è stata usata raramente dal proprietario fino ai giorni nostri ed è in possesso delle certificazioni ASI e FIVA, che le consentono di partecipare alle prossime competizioni della 1000 Miglia.
L’auto è equipaggiata con tutti i sistemi di sicurezza obbligatori per la partecipazione a gare storiche, come lo stacca-batteria e l’estintore. Nel portabagagli è presente la ruota di scorta con il quinto cerchio a raggi Borrani e il crick.
Oggi questa affascinante Alfa Romeo è idealmente pronta per partecipare a Concorsi d' Eleganza o a Tour o Raduni Storici ed è visibile nello showroom di Ruote da Sogno a Reggio Emilia - Italia
E’inoltre possibile anche visionare l’auto prenotando una connessione on line con nostro operatore commerciale, a mezzo piattaforme Skype, Zoom, Whatsapp e Google Meet.